Bardoleat

Come riconoscere un buon olio

Simbolo indiscusso della dieta mediterranea l’olio extravergine di oliva è un prodotto fondamentale della nostra tavola. Riconoscere un olio di qualità è importante per poter acquistare con consapevolezza.

  • Extravergine: la parola “extra” identifica un olio la cui acidità non supera gli 8 grammi per litro.
  • Spremuto a freddo. Un olio evo spremuto a freddo indica che la temperatura di frangitura non ha superato i 27 gradi. In questo modo le caratteristiche organolettiche rimangono invariate.
  • Una bottiglia scura protegge l’olio dai raggi solari, uno dei fattori che in poco tempo rovina inesorabilmente il prodotto.
  • L’olio aromatizzato è meglio se non contiene il testimone al proprio interno. Quindi il famoso pezzettino di rosmarino o peperoncino che trovate dentro la bottiglia non è affatto sintomatico di un prodotto di qualità.
  • Il colore difficilmente indica la qualità dell’olio che state per consumare. Risulta non essere un parametro affidabile.
  • Meglio se filtrato. L’olio extravergine filtrato garantisce una conservazione più lunga in maniera del tutto naturale. La filtrazione elimina le particelle di acqua che potrebbero rovinare il prodotto. Olio grezzo dunque non necessariamente è un olio di qualità, anzi!
  • Il profumo è il parametro più importante per stabilire e riconoscere pregi e difetti. Deve sentirsi il profumo vegetale di oliva fresca, sentori di fruttato e mandorlato.
  • Odori che indicano il difetto e dunque un prodotto da non usare: rancido, muffa, umidità, aceto, salamoia, legno umido e terra per citare i principali sentori.
  • Fluidità medio-bassa. L’olio di semi, ad esempio, ha poca resistenza alla rotazione.
  • Al gusto deve presentarsi leggermente amaro e piccante. Il pizzicore è una caratteristica positiva poiché ricco di polifenoli.
  • Il prezzo non indica la qualità del prodotto. Il prezzo varia di molti euro al litro di anno in anno. Non dovremmo accettare sulla nostra tavola prodotti da 2-3 euro al litro ma nemmeno prodotti da 25 euro. Non sempre prezzi troppo elevati indicano la qualità eccelsa del prodotto. Siate democristiani!

Condividi post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Altri articoli

Passato di verdure con olio evo

Un piatto tipicamente invernale ma che può essere gustato tiepido tutti i mesi dell’anno. Frullare la verdura la rende appetitosa anche per i bambini che spesso, purtroppo, detestano gli ortaggi.

Leggi tutto »